Asilo "Lo Scoiattolo", Parlione: "Lavori in dirittura di arrivo"

Sopralluogo questa mattina dell'assessore all'edilizia scolastica Maria Rosaria Parlione nell'asilo nido "Lo Scoiattolo" di via Chiarini dove sono in dirittura di arrivo i lavori di adeguamento sismico della struttura. 

La ditta affidataria delle opere è ora al lavoro nella risistemazione dell'area esterna. «I lavori all'interno - sottolinea l'assessore - sono praticamente ultimati. Le opere di rinforzo strutturale sono state eseguite e le aule sono state anche già ritinteggiate. Dal prossimo anno scolastico i bambini potranno frequentare una scuola nuovissima, sicura, confortevole e colorata. Sono stati eseguiti anche gli interventi in un'ala dell'edificio che di fatto non era mai stata utilizzata, ampliando quindi la capienza a 75 bambini tra i 3 e i 36 mesi.

La struttura di circa 550 metri quadri è composta di 7 aule polifunzionali, cucina, lavanderia, uffici di segreteria.

Le opere hanno riguardato un intervento di rinforzo strutturale, mediante il consolidamento di travi e pilastri con rete in fibra di carbonio, la realizzazione di intonaco deumidificante, la demolizione e il rifacimento della pavimentazione, la tinteggiatura interna ed esterna, l'impermeabilizzazione e la coibentazione, il rifacimento della copertura, gli impianti elettrico e meccanico, la riorganizzazione degli spazi, in linea con le prescrizioni della Asl e dei Vigili del Fuoco e la realizzazione di servizi igienici accessibili. L'intervento è stato eseguito grazie al contributo di 250.000 euro concesso dalla Regione Abruzzo, nell'ambito dei "Fondi FSC Risorse Premiali per obiettivi di prima infanzia – Interventi di messa in sicurezza degli immobili di proprietà sedi di Asili Nido e Micro Nidi pubblici funzionanti".

«Abbiamo arricchito ulteriormente il progetto, che inizialmente riguardava solo i lavori di adeguamento sismico - conclude l'assessore Parlione - anche della risistemazione dell'area esterna della scuola, per cui abbiamo stanziato 40.000 euro, al fine di migliorare ulteriormente la qualità della vita scolastica dei piccoli alunni che dal prossimo anno frequenteranno questa struttura».