Ok della Giunta a campi da beach volley e colonie estive nelle spiagge libere

Stimolare l'aggregazione, incentivare lo svolgimento di attività sportivo - ricreative e incrementare l'offerta turistica cittadina. Con questo obiettivo la Giunta guidata dal sindaco Francesco Maragno ha deciso di mettere a disposizione tutte le spiagge libere del litorale montesilvanese per la realizzazione di campi da beach volley o colonie estive.

«Crediamo che la sussidiarietà orizzontale - afferma l'assessore al Turismo Ernesto De Vincentiis - sia un principio molto importante nella gestione della cosa pubblica ma soprattutto capace di stimolare l'aggregazione cittadina. Dare l'opportunità di adibire le parti retrostanti delle spiagge libere, per la realizzazione di cambi da beach volley o per colonie estive, significa migliorare l'offerta di servizi in favore dei bagnanti che trascorrono il loro tempo libero sulle nostre spiagge che, come sappiamo, sono bagnate da un mare dalla qualità eccellente. Montesilvano ha tutte le carte in regola per essere una meta turistica perfetta».

Per ottenere l'autorizzazione è necessario presentare la domanda, utilizzando gli appositi moduli scaricabili dal sito istituzionale, nella sezione Modulistica- Demanio Marittimo.

Le spiagge libere sono quelle comprese tra gli stabilimenti Tamanaco e Sea Lion, La Riviera e Rosa dei Venti, Rosa dei Venti e Bagni Giulietta, Bagni Giulietta e Europa Mare, Palliono e Onda Verde, Onda Verde e Bagni Luca, nell'area adiacente il mercatino ittico, Gente di Mare e Hotel Sole, Hotel Sole e Sabbia d'Oro, Sabbia d'Oro e Bagni Bruno, Brigantino e La Saturnia, La Bussola e Il Faro, il Faro e La Conchiglia, la Conchiglia e Sund Beach, Il veliero e Lo Smeraldo, Lo Smeraldo e Le Bahamas.