Alla Scuola Di Blasio una cerimonia per ricordare Daniele Di Francesco

targa scuola di francesco“Tra i colori dell’arcobaleno il tuo infinito ricordo”. Questa la frase che da oggi campeggia nel cortile interno della scuola Fanny Di Blasio dell’Istituto Comprensivo Troiano Delfico in ricordo di Daniele Di Francesco, che perse la vita a causa di una malattia il 27 marzo 2007. La targa, apposta nel corso di una cerimonia organizzata da una delle maestre di Daniele, Teresa Cilli, campeggia al fianco dell’arcobaleno disegnato nel 2006 da Daniele e dai suoi compagni. Alla cerimonia, erano presenti la mamma di Daniele, Melania, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Maria Rosaria Parlione, la dirigente scolastica Vincenza Medina, e l’ex dirigente Nino Traini, oltre a tantissimi bambini della scuola.
«Nessun genitore dovrebbe sopravvivere al proprio figlio - dichiara l’assessore Parlione –. Mi unisco al grandissimo dolore per la scomparsa di Daniele e faccio un plauso per questa cerimonia. Questa targa è il simbolo della vicinanza della nostra Amministrazione alla famiglia di Daniele, un bimbo che tutti ricordano come solare, combattivo e dolce».
Nel corso della celebrazione, alcuni alunni hanno letto 3 brani contenuti nel libro “Oltre le parole…l’infinito ricordo”, scritto dai compagni di Daniele 10 anni fa.
«Mi sento molto commossa per questa cerimonia - ha detto Melania, mamma di Daniele, pochi istanti dopo la scopertura della targa insieme all’assessore -. Il mio grazie va a coloro che si sono prodigati in onore di Daniele. Questa giornata va ad alimentare il suo ricordo che spero non vada a disperdersi nel tempo. Credo che la vita sia troppo preziosa per essere sprecata, ecco perché ho voluto donare un defibrillatore all’Istituto Delfico».
«Ogni anno – dichiara la maestra Teresa Cilli - vogliamo ricordare la figura di Daniele. Da qui questa cerimonia e i progetti di riqualificazione che insieme ai bambini, con la loro creatività, stiamo portando avanti anno dopo anno per decorare i muri di questo cortile».
La cerimonia si è conclusa sulle note di “Ci vuole un fiore”, intonate dagli alunni della Delfico.