Efficientamento energetico, De Vincentiis: “Iniziano a settembre i lavori nel centro sportivo Trisi”

Un impianto fotovoltaico ed un sistema di illuminazione a Led. Saranno questi gli interventi che verranno eseguiti sul centro sportivo Trisi. A partire dal prossimo settembre prenderanno il via i lavori,  ad opera della ditta affidataria Cicchini Impianti.

«La nostra Amministrazione -  afferma l’assessore alle Politiche Energetiche, Ernesto De Vincentiis -   ha partecipato al progetto “1000 cantieri per lo sport”, nato dalla collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Istituto di credito sportivo. Abbiamo voluto cogliere un’opportunità che ci ha consentito di ottenere un finanziamento con il quale possiamo lavorare ad un progetto di efficientamento energetico sul complesso sportivo Trisi. Ora siamo pronti a partire con i lavori». In qualità di beneficiario, grazie all’approvazione del progetto, il Comune di Montesilvano ha contratto un mutuo a tasso zero, con l’Istituto per il Credito Sportivo di 150.000  euro. Le opere che avranno una durata di 120 giorni, consisteranno nella sostituzione dei corpi illuminanti ad incandescenza con nuovi fari al led in 4 campi da tennis, oltre che nella realizzazione di un impianto fotovoltaico. Il progetto è stato elaborato dalla società Geina di Mosciano Sant’Angelo.

«Con questi interventi – dichiara ancora De Vincentiis -   proseguiamo in quel progetto che stiamo conducendo per l’efficientamento energetico degli immobili di proprietà comunale e che sino ad ora ha interessato le scuole della città. Lo scorso anno, proprio durante la pausa estiva, sono state installate lampade a led nella scuola dell’infanzia di via Vestina (ex Fea) e in quella di via De Gasperi (Collemare). A Natale gli interventi hanno riguardato la scuola primaria Fanny Di Blasio dell’Istituto Comprensivo Troiano Delfico, con significatici risparmi per le casse comunali del 30%.

Intervenire sull’efficientamento energetico degli immobili, significa sicuramente ottenere un contenimento della spesa pubblica, e al tempo stesso raggiungere risultati anche in tema di salvaguardia ambientale e di miglioramento della qualità e della funzionalità degli edifici».