Neve, mezzi e uomini al lavoro per fronteggiare l’emergenza

Operazioni in corso su tutto il territorio, con particolare riguardo per la zona collinare di Montesilvano, per garantire la sicurezza dei montesilvanesi in occasione della perturbazione nevosa che sta interessando la città e tutta la regione dalla serata di ieri.

«In queste ore - spiega il sindaco Francesco Maragno - sono in azione diversi mezzi con cui sono in atto le opere di pulizia delle strade dove si è accumulata più neve, e di spargimento di sale per liberarle dal ghiaccio. Sono al lavoro gli operai del Comune, i vigili urbani, nonché i volontari della Protezione Civile e quelli della Croce Rossa che sono a disposizione per l’assistenza di carattere sanitario. Dalle 12 di ieri, sino alla mezzanotte di domani, sabato 7 gennaio - ricorda il primo cittadino – abbiamo inoltre disposto il divieto di ingresso in tutta la pineta per salvaguardare l’incolumità delle persone, a causa della stabilità degli alberi che la neve potrebbe compromettere, oltre che il divieto di parcheggio nelle strade adiacenti e attraversanti la riserva. Sempre fino alle 24 del 7 gennaio, abbiamo disposto la chiusura di parchi, giardini pubblici e del cimitero comunale, nonché il divieto di accesso in giardini e parchi non recintati, poiché il vento forte, la neve o il ghiaccio potrebbero causare situazioni di pericolo. Raccomandiamo ai cittadini - conclude il sindaco - la massima prudenza, invitandoli a non uscire se non per particolari esigenze». Il Comune ha attivato due numeri telefonici da contattare per segnalazioni: 0854481259, 0854450977.
Intanto il Centro funzionale d’Abruzzo ha diramato un nuovo avviso di condizioni meteorologiche, nel quale si comunica che: “dalla serata di oggi e per le successive 24- 36 ore, si prevede il persistere di venti di burrasca dai quadranti settentrionali, con raffiche di burrasca forte sull’Abruzzo e nevicate sparse, fino al livello del mare, con apporti al suolo da deboli a moderati, localmente abbondanti sui rilievi su tutta la regione. Si prevedono altresì temperature molto basse, con diffuse gelate”.