Botti e fuochi pirotecnici vietati a Montesilvano

Tutelare la sicurezza dei cittadini, la salute degli amici animali e proteggere dall’inquinamento acustico. Sono queste le motivazioni alla base dell’ordinanza che, anche quest’anno, il sindaco Francesco Maragno ha firmato per vietare l’utilizzo di botti e fuochi d’artificio su tutto il territorio di Montesilvano.

L’atto prevede che da mercoledì 21 dicembre sino al 7 gennaio 2017 è vietato “ai detentori di materiale pirotecnico, non titolari di licenza, né autorizzati all’attuazione di manifestazioni pirotecniche in luoghi pubblici di effettuare e far effettuare lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico” in luoghi pubblici e nei luoghi privati da cui possono essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi pubblici.
«Troppo spesso abbiamo constatato la grave pericolosità - spiega l'assessore alla Polizia Locale, Valter Cozzi - derivante dai fuochi d'artificio esplosi con disattenzione e senza controllo. I fuochi d’artificio rappresentano un rischio anche per i nostri amici animali, che ne subiscono il forte inquinamento acustico. Esplodere fuochi pirotecnici in modo incontrollato può anche causare danni al patrimonio pubblico. Per tutte queste ragioni abbiamo ritenuto opportuno emanare l’ordinanza, che rappresenta anche una tutela nei confronti di quei professionisti che invece con i loro spettacoli pirotecnici autorizzati sono espressione di una cultura e di una tradizione antica».
La sanzione prevista per chi infrange il divieto è una multa dai 25 ai 500 euro. Nel documento si raccomanda a tutti coloro che hanno finestre, balconi o aree private che si affacciano su aree pubbliche, di evitare lanci di scoppi, petardi o di qualunque altro oggetto. Si invitano genitori e tutori di minori a vigilare sul corretto uso dei materiali esplodenti al fine “di scongiurare pericoli derivanti da utilizzo improprio o maldestro ed affinché i minori non raccolgano ordigni inesplosi”. Si invitano, inoltre, i proprietari di animali ad attivarsi per adottare tutte le precauzioni per limitare il disagio agli stessi determinato da eventuali scoppi incontrollati.

Leggi l'ordinanza