“Infrastrutture in Abruzzo. Quale futuro per la variante SS. 16?”. Incontro in Sala Consiliare

convegno 9 dicembre“Infrastrutture in Abruzzo. Quale futuro per la variante SS. 16?”. Se ne discuterà venerdì 9 dicembre, a partire dalle ore 11, nella Sala Consiliare del Comune di Montesilvano, insieme al Sen. Altero Matteoli, presidente della Commissione Lavori Pubblici al Senato della Repubblica.


Con lui, oltre al padrone di casa, il sindaco Francesco Maragno, anche il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso e il presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco.
«La variante alla SS. 16, soprattutto nel suo collegamento con il tessuto urbano di Montesilvano, costituisce - spiega il sindaco Francesco Maragno – un punto nodale nella viabilità non solo della città ma di tutta l’area metropolitana. Si tratta dell’ennesimo progetto chiuso in un cassetto, la cui incompiutezza produce ripercussioni negative sul territorio, a cominciare dalle conseguenze ambientali. Ogni giorno su via Vestina, nell’area antistante il cimitero comunale, all’interno della galleria “I Pianacci”, e sulle strade che da essa si collegano sino al territorio di Città Sant’Angelo, dove si trova il casello autostradale Pescara Nord dell’A14, si riversa un consistente transito di veicoli che congestiona il traffico e incide negativamente sulle concentrazioni di inquinanti. A ciò si aggiunge il non secondario problema, relativo al rallentamento dei collegamenti penalizzando soprattutto le aree e le attività produttive del territorio».
«Da molto tempo - prosegue il sindaco - la nostra Amministrazione sta affrontando la questione, con costanti e serrate interlocuzioni con gli Enti competenti al fine di analizzare e studiare modelli progettuali di breve e medio - lungo periodo. Crediamo che una soluzione sia costituita dal completamento della variante alla S.S. 16 nel tratto tra Montesilvano e Città Sant’Angelo, che permetterebbe un più fluido collegamento degli agglomerati urbani e produttivi dell’area Vestina sino all’innesto autostradale. Per questa ragione abbiamo organizzato un momento di riflessione e di confronto con enti sovraordinati a cui invitiamo cittadini, professionisti, associazioni imprenditoriali e commerciali di tutto il territorio. Tale problematica incide sulla vita quotidiana di cittadini e operatori economici, ecco perché crediamo che una riflessione globale sia necessaria».
Intanto ieri il sindaco Maragno, insieme all’assessore Valter Cozzi, ha preso parte ad un incontro organizzato dal Comitato Vestina Pulita proprio inerente il traffico e le concentrazioni di inquinamento nell’area all’uscita della galleria “I Pianacci” e sulle strade che diramano da essa.
«E’ stato un incontro costruttivo - afferma l’assessore Cozzi -. Abbiamo ascoltato le esigenze espresse dai residenti dei quartieri Colonnetta, Ranalli e Villa Carmine. È chiaro che qualunque ipotesi prospettata può rappresentare solo una momentanea risposta al problema che troverà la sua definitiva soluzione proprio nel completamento della variante. Un intervento organico che coinvolge enti ed istituzioni che dovranno lavorare unite per l’ottenimento di un risultato che cambierebbe significativamente la qualità della vita».