Montesilvano celebra la Giornata della disabilità, tra sport e laboratori esperienziali

calcio al pregiudizioVista completamente annebbiata. Una invadente sensazione di oppressione alle gambe che ostacola la fluidità dei movimenti, rallenta ogni passo e riduce l’equilibrio. Sono solo alcune delle difficili percezioni che caratterizzano la vita di chi è affetto da sclerosi multipla.

Questa mattina, nell’ambito della Giornata internazionale per i Diritti delle Persone con disabilità, il Tavolo della Disabilità del Comune di Montesilvano, ha promosso una serie di iniziative di sensibilizzazione. Tra esse in piazza Diaz, l’associazione AISM ha organizzato “Senti come mi sento”, un laboratorio esperienziale per mostrare, con alcuni ausili tecnici, le percezioni, quali la spasticità, la mancanza di equilibrio, la neurite ottica, la fatica e l’ipoestesia, di chi è affetto dalla patologia della sclerosi multipla. Sempre in piazza Diaz anche l’associazione Carrozzine Determinate ha offerto informazioni utili sull’autismo.
Intanto nella palestra dell’IIS E. Alessandrini si è svolta una partita di calcio a 5 che ha visto gli studenti della scuola sfidarsi con alcuni speciali ragazzi, con problemi di salute mentale, dell’associazione Percorsi. Proprio questi ultimi hanno battuto gli studenti dell’istituto superiore per 11 a 10.
«Quella di oggi è stata una bella mattinata - ha spiegato il sindaco Francesco Maragno – che ha permesso di informare, anche con esempi pratici ed emotivamente impattanti su alcune delicate patologie. Conoscere cosa si sente davvero in alcune particolari condizioni, permette di comprendere appieno cosa ognuno di noi ha e soprattutto cosa si può perdere. Portare inoltre questi esempi nelle scuole, non solo nella giornata della disabilità, è molto importante per sensibilizzare soprattutto i più giovani. Il nostro territorio può contare su realtà associative che tanto stanno facendo per dare supporto alle persone che ne hanno bisogno e per diffondere informazioni utili».