Il Tavolo della Disabilità si allarga ai Comuni di Pescara, Città Sant’Angelo e Farindola

tavolo disabilità 2«Un confronto che ha permesso di gettare le basi per eliminare quelle discrepanze attualmente presenti a livello intercomunale». Così l’assessore alle politiche per la disabilità, Fabio Vaccaro commenta l’ultimo incontro del tavolo dedicato alla disabilità, attivato dall’Amministrazione Maragno che ha coinvolto oltre alle associazioni del territorio, anche rappresentanze istituzionali dei comuni limitrofi.


Al confronto hanno partecipato l’assessore Vaccaro, il consigliere Enea D’Alonzo, il commissario dell’Azienda Sociale Luca Cirone e il direttore Eros Donatelli, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pescara Antonella Allegrino, il consigliere comunale di Farindola con delega al sociale Maria Pia Di Quinzio e Patrizia Longoverde, consigliere comunale con delega al sociale del Comune di Città Sant’Angelo.
«Ad oggi - dichiara Vaccaro - la gestione delle politiche sociali e della disabilità è fortemente incardinata nei confini territoriali dei singoli comuni. Ciò significa che anche solo spostandosi di pochi metri, le persone che hanno necessità di usufruire di servizi ed assistenza devono confrontarsi con comportamenti degli Enti locali completamente differenti. Partendo da questo presupposto abbiamo ritenuto opportuno provare a dare un segnale di unità, nella fase di redazione dei piani di zona in special modo su tre grandi tematiche: la regolamentazione dell’accesso ai servizi, diversi da Comune a Comune; il piano per la non autosufficienza, i cui fondi, che i Comuni hanno con la Regione, sono spesso gestiti a consuntivo e non a preventivo; l’integrazione socio - sanitaria, dal momento che non vi è una coincidenza tra confini sanitari e confini sociali. Se dimostreremo di avere buona volontà, lavorando insieme, allora potremo essere davvero virtuosi e migliorare la qualità dei servizi di assistenza».
Le amministrazioni partecipanti al forum si confronteranno ora nella fase di redazione dei piani di zona al fine di uniformare alcuni punti specifici.
Nel corso del forum le associazioni hanno anche proseguito nell’organizzazione di una serie di iniziative, in occasione della giornata nazionale della disabilità del 3 dicembre e che andranno a costituire un unico “cartellone” eventi comune alle città di Montesilvano, Farindola e Città Sant’Angelo.
Il prossimo incontro si terrà giovedì 24 novembre.