Parchi, Croce Verde al lavoro per la gestione dell’apertura e della chiusura

E’ la Croce Verde l’associazione che per un anno gestirà l’apertura e la chiusura dei parchi di Montesilvano.
Nelle scorse settimane il Comune ha emanato un avviso esplorativo per individuare i soggetti ai quali è affidato anche il compito di segnalare eventuali atti vandalici, danneggiamenti o situazioni di pericolo.


Tutte le mattine, due volontari della Croce Verde, guidata da Vittorio Pizzimenti, procedono all’apertura di 16 parchi e 5 impianti sportivi. Si tratta dei parchi Antonilli, Adriatico, Lattanzio, Parco Madre Teresa di Calcutta, Parco Dean Martin, Marino Di Resta, Baden Powell, Castellano, Della Liberazione, Fonte dell'Abbazia, Guy Moll, Orione, Della Pace, Le Favole, Le Vele, Cormorano, e degli impianti sportivi di via Salentina, via Spagna, via Emilia, via Basilicata e via Timavo. Nel periodo invernale, cioè dal 1 ottobre a 30 aprile l’apertura viene garantita dalle 8 alle 20. Nel periodo estivo, invece, ossia dal 1 maggio al 30 settembre, dalle 8 alle 23.
«I volontari della Croce Verde - afferma l’assessore alla manutenzione del Verde, Ernesto De Vincentiis – sono già al lavoro. Dai primissimi giorni hanno dimostrato grande puntualità. L’associazione sarà un supporto concreto per il Comune anche per monitorare lo stato delle aree verdi del territorio, al fine di intervenire, sulla base delle disponibilità finanziarie, per curarne al massimo l’immagine e garantire l’accoglienza più adeguata per i montesilvanesi. Negli ultimi mesi abbiamo promosso un’intensa attività di riqualificazione e restyling di diversi parchi. Penso al parco Le Vele, ma anche al Cormorano e alle aree verdi di via Fortore e via Medici. Nei prossimi giorni verrà avviata una riqualificazione anche del parco Orione. Verranno infatti riverniciati e risistemati i giochi per bambini e gli arredi, quali panchine e cestini, rammodernando così tutta l’area verde già oggetto di lavori di sistemazione della pavimentazione».