12 mesi per ricordare la “Montesilvanesità”

Montesilvanesità 2Posti in piedi all’inaugurazione di “Montesilvanesità”, la mostra ideata e promossa da Sergio Agostinone e dall’associazione Amare Montesilvano, presieduta da Renato Petra con il patrocinio del Comune di Montesilvano.

Da oggi fino al 6 gennaio, la Sala Consiliare del Comune ospiterà l’esposizione di immagini di personaggi che hanno fatto la storia della città.

Il taglio del nastro, ad opera dei promotori della mostra e del sindaco Francesco Maragno è stato preceduto da un incontro dibattito a cui ha preso parte anche il giornalista e storico Piergiorgio Orsini.

«Montesilvanesità - afferma Renato Petra – è un progetto avviato con una prima mostra nel mese di luglio, che ha raccolto circa 130 foto, durata 8 giorni ad ha registrato 4000 presenze. Si tratta di una iniziativa che vede interrogarci sulla storia di Montesilvano attraverso le immagini, ma anche attraverso la foltissima presenza dei tanti montesilvanesi che ci stanno venendo a trovare».

«Questo progetto – ha dichiarato Francesco Maragno - è il frutto della volontà di due cittadini illuminati che si sono rimboccati le maniche, facendo un investimento in cultura che rimarrà nella memoria di questa città. Montesilvano ha sete e fame di cultura e voglia di riscoprire le sue origini. Questa mostra permette di iniziare un percorso virtuoso e di crescita per rinsaldare l’identità di tutti noi».

Dopo una breve lezione sulla storia montesilvanese curata da Piergiorgio Orsini, Sergio Agostinone ha presentato “Ti l’arcurd” un calendario contenente tutte le immagini in esposizione nella Sala Consiliare suddivise in differenti categorie di montesilvanesi eccellenti. Gennaio e febbraio sono dedicati a “L’artigian di na vot”; marzo, aprile e maggio a “La gent di Montesilvan; giugno a “Li viggil”, luglio a “Li mistr e li bidill; agosto a “La rocchetta”; settembre a “La culunnett”; ottobre a “Li mutur”, novembre e dicembre a “Li piccul commerciant”.

«Due anni fa - ricorda Agostinone - Marco Volpe e Teresa Cilli iniziarono un’attività di raccolta fotografica della storia della città allestendo una mostra che riguardava i luoghi di Montesilvano. Ho tratto spunto da quella idea pensando potesse essere bello ricordare le persone che hanno contribuito alla crescita della città. Abbiamo così organizzato una prima mostra lo scorso luglio che ha registrato un numero di presenze al di fuori di ogni previsione. Questo calendario raccoglie foto completamente diverse, arricchendo ulteriormente questo progetto».

Il calendario, da sabato 12 novembre, sarà ritirabile a fronte di una piccola donazione presso la cartoleria Lo Skarabokkio. Il ricavato verrà devoluto in beneficenza.