Via Adda, ok della Giunta al completamento del piano superiore

«La scuola dell’infanzia “Gen. Giuseppe Dezio” di via Adda verrà implementata». L’annuncio arriva dall’assessore all’edilizia scolastica Maria Rosaria Parlione, che specifica: «Abbiamo deliberato un atto di indirizzo volto ad avviare l’iter per il completamento dei lavori del piano superiore dell’edificio.

La scuola, infatti, ad oggi ospita i piccoli alunni delle classi dell’infanzia, tutti collocati al piano terra. Con il completamento del piano superiore, potremmo invece dare una nuova scuola ai bambini delle classi primarie. Questo progetto, per il quale sarà necessario accendere un mutuo di 300.000 euro, permetterebbe all’Ente di dismettere l’attuale contratto di locazione di via Reno 1, con un effettivo risparmio per le casse comunali. Anche questo atto - afferma la Parlione - rientra in quel percorso di razionalizzazione delle risorse e soprattutto di riorganizzazione e riammodernamento delle strutture scolastiche del territorio».
Inaugurata e consegnata alla città lo scorso 6 settembre, la scuola di via Adda era una delle grandi opere incompiute della città di Montesilvano che l’Amministrazione guidata da Francesco Maragno ha completato. L’edificio di circa 600 metri quadri è sviluppato su sei aule, un ampio spazio centrale per le attività didattico – ricreative, servizi igienici per bambini, un’aula docenti e una guardiola con annessi servizi igienici, e poi una sala per lo sporzionamento cibi con locali per il personale addetto. All’esterno uno spazioso ed attrezzatissimo giardino dotato di giochi di ogni genere. Il primissimo progetto risale al marzo 2003.
Sempre nei mesi scorsi, la Giunta ha approvato il progetto preliminare per la realizzazione di una scuola dell’infanzia nei pressi di via Sospiri. L’edificio sviluppato su un unico livello, avrà un’estensione di circa 350 metri quadri, con tre aule, una mensa, alcuni locali di servizio, come cucina, spogliatoi e bagni, ed uno spazio condiviso per attività ludico – ricreative. Al suo esterno sorgerà un’ampia area dedicata al verde. La scuola, realizzata con un importo di 500.000 euro, verrà finanziata attraverso l’utilizzo di circa 212 mila euro del mutuo iniziale di 224 mila euro, acceso dall’Ente nel 2012, per il completamento di Palazzo Baldoni, circa 48 mila euro proverranno da una parte di mutuo per la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici. La Giunta ha infine deliberato di accendere un altro mutuo dell’importo di 240.000 euro.