Fototrappole, oltre 4300 euro nella prima settimana di ottobre

fototrappola 2Ammontano a oltre 4.300 euro le sanzioni elevate mediante il sistema delle foto trappole, solo nella prima settimana di ottobre.
«L’installazione delle foto trappole sta dando i suoi risultati – spiega l’assessore all’igiene urbana Paolo Cilli -. Grazie a questo sistema infatti stiamo monitorando i punti critici della città, stanando così incivili che abbandonano i rifiuti, danneggiando l’ambiente e l’immagine della città».


Nello specifico le foto trappole sono state temporaneamente installate nella zona di Montesilvano Colle, lungo via De Gasperi. Circa 45 le persone che sono state immortalate nell’abbandonare i rifiuti al di fuori dei cassonetti e sorprese a conferirli al di fuori dell’orario consentito.
«Gli operatori della Polizia Locale – afferma l’assessore Cilli - hanno visionato il materiale fotografico. Sono stati individuati così i responsabili ai quali sono stati notificati i verbali. Anche in questa occasione è emerso che circa la metà dei contravventori non risiede a Montesilvano. È inaccettabile che nostri concittadini e persone che si trovano a passare sul nostro territorio mostrano una totale mancanza di rispetto per l’ambiente e per le altre persone. Il nostro auspicio è che questi numeri scendano sensibilmente, perché significherebbe che siamo riusciti a diffondere una maggiore attenzione e senso civico».
Nel periodo tra aprile ed agosto erano state elevate oltre 7.700 euro di sanzioni sempre mediante il sistema delle fototrappole.
«Ci appelliamo al senso civico dei cittadini – conclude Cilli – affinché collaborino con noi, stando attenti alle modalità di conferimento, al fine così di potenziare tutti insieme la raccolta differenziata. Ricordiamo che per programmare il ritiro dei rifiuti ingombranti e non incorrere così in sanzioni è sufficiente contattare il numero verde 800 195315 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12. Per informazioni l'Ati composta da Formula Ambiente e dalla Sapi ha messo a disposizione il numero telefonico 085 8620552, quello di fax 085 8620741 o la mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ».