Il Comune cerca nuove sedi per il 118 e per il centro per anziani di Santa Filomena

«Vogliamo individuare una nuova sede, più adeguata ad ospitare medici e paramedici dell’unità del 118 a Montesilvano, facilitando il loro delicato lavoro e fornendo al tempo stesso un servizio molto più efficiente alla cittadinanza». Con questo obiettivo, l’assessore alla sanità e all’associazionismo del Comune di Montesilvano, Maria Rosaria Parlione annuncia l’emanazione di un avviso pubblico per l’individuazione di un immobile da destinare a tale uso.
Con il bando l’Amministrazione Maragno ha avviato un’indagine di mercato per reperire anche un secondo locale che verrà adibito a sede di nuovo centro per anziani nella zona di Santa Filomena che andrà a sostituire quello sino ad oggi ospitato in via Lago di Bomba.
Per quanto riguarda quest'ultimo, l'immobile dovrà essere ubicato nella zona compresa tra il confine sud della città, viale Aldo Moro, via Adige e corso Umberto. I locali dovranno essere collocati possibilmente al piano terra o comodamente raggiungibili. La loro superficie dovrà essere di circa 100/150 metri quadri.
La sede del 118, invece, dovrà essere collocata nell'area tra via Di Vittorio, via Aldo Moro, via Marinelli, via Verrotti e via Sospiri. I locali, di circa 30 metri quadri, dovranno essere ubicati al piano terra. Sarà necessario anche almeno un posto auto esclusivo nelle immediate vicinanze dell’immobile dove stazionerà l'ambulanza.
«Nel 2014 - spiega il presidente della Commissione Sanità Lorenzo Silli - sono stati effettuati 2384 interventi. Mentre nel 2015 con oltre 2500 interventi, è stato registrato un incremento del 5%. Tali numeri dimostrano la grande importanza di questo servizio, garantito 24 ore su 24, grazie ai 3 turni delle unità composte da un medico, un infermiere e un autista, non solo per la città di Montesilvano ma anche per i Comuni limitrofi. Individuare quindi una nuova sede, dalla posizione strategica, dove possano essere rispettati determinati criteri e normative, agevolerà il lavoro degli equipaggi che ad oggi operano grandi sforzi per garantire un servizio qualitativamente elevato».
Entrambi i locali verranno individuati e scelti in base alla loro fruibilità con facilità di accesso, la disponibilità del proprietario a provvedere all'adattamento dei locali per le esigenze a cui sono destinati e alla stipula di un contratto di locazione con l'opzione di acquisto da parte del Comune.
«Le sedi che fino ad oggi stanno ospitando il centro per anziani e il 118 - aggiunge l’assessore Parlione - non soddisfano più i criteri necessari all’assolvimento di un servizio adeguato ai propri utenti. Ecco perché abbiamo deciso di avviare questa ricerca. Anche questo avviso assolve ad uno degli obiettivi che questa Amministrazione si è prefissato, ossia rafforzare l’efficienza dei servizi offerti alla comunità, a salvaguardia della sicurezza e per potenziare la qualità della vita di tutta la cittadinanza.
Per partecipare bisogna inviare la propria manifestazione di interesse entro il 24 ottobre, indirizzandola al settore amministrativo del Comune.

Avviso completo