Abruzzo Include, il Comune di Montesilvano seleziona le proposte progettuali

«I numeri positivi e l'entusiasmo di quanti hanno partecipato lo scorso anno ci hanno spinto a rispondere nuovamente al bando regionale Abruzzo Include. Per farlo abbiamo costituito, in qualità di capofila, insieme agli enti d'ambito “Maiella e Morrone” e “Vestina” un'associazione temporanea di scopo». Così l'assessore al sociale Ottavio De Martinis annuncia l'emanazione di un avviso pubblico per l'individuazione delle progettualità da presentare al bando per l'integrazione sociale emanato dalla Regione.


«Il progetto Percorsi Ambiti che lo scorso anno ha coinvolto oltre 80 persone ha messo in evidenza come il principale e più potente strumento per l'inclusione sociale di una persona che vive complesse situazioni di disagio e di svantaggio è proprio il mondo del lavoro. La nostra Amministrazione vuole cogliere le opportunità derivanti dai fondi europei così da fornire ai cittadini che vivono sul nostro territorio occasioni di riscatto, di ricostruire un futuro e di farcela con le proprie gambe».
Il progetto si svilupperà sue due linee di intervento. La prima, con un investimento massimo di 125.000 euro, consiste nell'attivazione di uno sportello di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale. In questa fase verranno individuati almeno 63 destinatari del programma, mediante un bando di selezione e verrà elaborato un progetto individualizzato di inclusione socio - lavorativa. La seconda linea di intervento, con un contributo massimo di 325.000 euro, si sviluppa invece in azioni di inclusione attiva. In questa fase verranno avviati i tirocini nei soggetti ospitanti, che verranno retribuiti, con un'indennità di 600 euro mensili.
Il Comune di Montesilvano ha ora emanato un bando per ampliare l'associazione temporanea di scopo, costituita con gli enti d'ambito “Maiella e Morrone” e “Vestina”. Entro le ore 13 del 27 settembre il Comune acquisirà le proposte di adesione che serviranno a rafforzare il percorso di inclusione, a favore delle fasce più svantaggiate del territorio di riferimento, avviato con il progetto “Percorsi Ambiti” dello scorso anno. Le proposte dovranno pervenire almeno da un organismo di formazione e da almeno un'agenzia per il lavoro. Potranno partecipare anche organizzazioni, cooperative sociali o associazioni. I plichi, indirizzati al settore amministrativo del Comune, dovranno contenere la documentazione amministrativa e le offerte tecniche ed economiche.
L'avviso pubblico e i moduli per la domanda sono scaricabili sul sito istituzionale.

Avviso completo
Modulo domanda
Dichiarazione soggetti diversi