Via Rimini, bloccata donna che ha tentato di occupare la stessa casa per due volte

via rimini occupazioni«Siamo riusciti a sventare ben due occupazioni abusive, ad opera di una ragazza di Montesilvano, di uno degli appartamenti di via Rimini». L’annuncio arriva dall’assessore alle Politiche della Casa Ottavio De Martinis. Ieri sera, una giovane donna con un figlio piccolo è stata colta mentre tentava di entrare in uno degli alloggi Ater di via Rimini.

L’appartamento nella palazzina 6 era murato poiché posto sotto sequestro a seguito di un precedente sfratto. La donna stava quindi cercando di appropriarsi dell’appartamento, aprendosi un varco, togliendo i mattoni con i quali era stata sigillata la porta di ingresso. Nel primo pomeriggio di oggi la ragazza ha tentato di rientrare nello stesso alloggio che era stato già murato, ma le forze dell'Ordine, con il loro tempestivo intervento, l'hanno bloccata per la seconda volta. La Polizia Locale provvederà ora a denunciarla alle autorità competenti.
«Questi tentativi di occupazione - dichiara l’assessore De Martinis –, prontamente sventati grazie all’intervento degli operatori della Polizia Locale e dei Carabinieri, sono il frutto dell’inciviltà e della mancanza di rispetto di alcune persone, ma al tempo stesso rappresentano purtroppo una delle conseguenze delle eccessive lungaggini burocratiche che da moltissimo tempo stiamo mettendo in evidenza con l’Ater. Nelle palazzine di via Rimini, infatti, attualmente vi sono sei alloggi murati e sgombri poiché in attesa delle opere di conformità e di adeguamento che l’Ater dovrebbe compiere. Senza tali interventi i nostri uffici non possono provvedere alla loro assegnazione a quanti pazientemente sono in graduatoria. Tali appartamenti diventano dunque oggetto delle attenzioni di persone scorrette che con comportamenti assolutamente illegali ed inaccettabili tentano di occuparli. In questi due anni abbiamo lavorato moltissimo sulle politiche della casa del territorio, riuscendo ad assegnare 9 alloggi in via Rimini ed un altro in via Verrotti, oltre a sventare diverse occupazioni abusive. Ancora una volta i vigili e i Carabinieri sono riusciti ad intervenire tempestivamente, evitando che queste persone riuscissero nel loro intento. Comprendiamo le problematiche finanziarie che sta vivendo l’Ater e che impediscono l’esecuzione degli interventi necessari, siamo pienamente coscienti che gli Enti vivono situazioni economiche difficoltose, ma abbiamo il dovere di dare una risposta a tutti coloro che da moltissimo tempo stanno attendendo il loro alloggio. Proprio per questo motivo questa mattina - annuncia De Martinis - ci siamo riuniti con l’assessore regionale Donato Di Matteo e i vertici dell’Ater che ci hanno assicurato che metteranno a disposizione del Comune gli alloggi attualmente vuoti in tempi stretti, provvedendo anche ad un intervento finanziario volto a potenziare le operazioni di sfratto, così da ripristinare definitivamente i diritti degli effettivi assegnatari. Continueremo in questa intensa attività, accelerando i tempi per sfrattare tutti coloro che continuano ad occupare abusivamente questi appartamenti».