Tradeco ancora soccombente

Anche la sezione Pescara del Tar Abruzzo si pronuncia a favore del Comune di Montesilvano. È stata rigettata l’istanza presentata dalla Tradeco per richiedere l’annullamento della determina con la quale il dirigente del settore Patrimonio, attività tecnologiche e protezione civile, ha affidato il servizio di raccolta alla seconda classificata nella graduatoria della gara di appalto.

«Ancora una volta - dichiara l’assessore all’igiene urbana Paolo Cilli - il Tribunale si è pronunciato a favore del Comune di Montesilvano, confermando la correttezza degli atti comunali fino ad oggi eseguiti. Anche questa decisione è l’ulteriore riconoscimento che i nostri uffici stanno lavorando con precisione e trasparenza».

Si tratta della terza sentenza a favore del Comune. Nelle scorse settimane il Tribunale delle Imprese de L’Aquila ha rigettato per due volte la richiesta della TRA.DE.CO. Srl di sospendere la determinazione del Dirigente del Settore Patrimonio, Attività Tecnologiche e Protezione Civile del Comune di Montesilvano in cui, a febbraio di quest’anno, veniva risolto il contratto con la suddetta società.

«Possiamo andare avanti - aggiunge l’assessore Paolo Cilli - con l’iter di avviamento del servizio di raccolta dei rifiuti da parte dell’A.T.I. Consorzio Formula Ambiente di Cesena e S.a.p.i. srl di Vasto, che si era classificata seconda nella gara che nel maggio 2013 portò all’affidamento del servizio alla Tradeco. In questo modo potremmo entrare in una nuova fase per la città di Montesilvano che speriamo potrà quindi ottenere una raccolta rifiuti adeguata alle esigenze dei montesilvanesi e al rispetto del decoro cittadino. Il tutto in attesa di predisporre la nuova gara di appalto per la raccolta dei rifiuti con il sistema di tipo porta a porta che finalmente ci permetterà di raggiungere quelle percentuali di raccolta differenziata previste dalla legge, con benefici per l’ambiente e per le tasche dei montesilvanesi».