Commercio abusivo, sequestrati 800 capi d’abbigliamento sulla spiaggia

Operazione congiunta questa mattina sul litorale di Montesilvano. Nel tratto di spiaggia antistante la Stella Maris, gli operatori della Polizia Locale, gli uomini della Capitaneria di Porto con l’ausilio dei Carabinieri, hanno effettuato dei controlli mirati, volti al contrasto del commercio abusivo ambulante.
L’operazione si è conclusa con il sequestro di circa 800 capi di abbigliamento, oltre ad altro materiale contraffatto e con l’individuazione di un venditore ambulante abusivo, prontamente contravvenzionato.


«Abbiamo avviato un’alacre attività per contrastare il fenomeno del commercio abusivo – dichiara l’assessore alla Polizia Locale Valter Cozzi -. L’operazione di questa mattina fa seguito a quella che lo scorso 25 giugno ha portato al sequestro di altro materiale. Continueremo a tenere alta la vigilanza sulle spiagge cittadine, grazie anche alla preziosa collaborazione della Guardia Costiera e dei Carabinieri, al fine di stroncare un fenomeno di dimensioni ormai preoccupanti che rappresenta una vera forma di concorrenza sleale nei confronti di tutti i commercianti che svolgono la loro attività nel pieno rispetto della normativa di settore e nell’assolvimento delle relative incombenze legate alle tassazioni. Non siamo disposti a tollerare oltre il dilagare di questa forma di abuso che danneggia anche l’immagine di Montesilvano. Vogliamo lanciare un appello alla cittadinanza - conclude Cozzi - affinché non acquisti nulla da questi venditori, fornendo in questo modo un contributo decisivo nella lotta al commercio abusivo».