I Colori del Cinema, all'Anfiteatro Green cineforum sotto le stelle

CINEFORUM - Locandina-01Prenderà il via mercoledì 6 luglio la rassegna "I Colori del Cinema". Fino al 24 agosto, ogni mercoledì alle ore 21, l'Anfiteatro Green nella Pineta di Santa Filomena si trasformeà in un cinema sotto le stelle. “I COLORI DEL CINEMA” nasce per iniziativa del Comune di Montesilvano e dell’associazione Pescara Punto Zero, che opera da tempo nell’area metropolitana pescarese curando eventi e proposte culturali.

Durante tutta l'estate si svilupperà un vero e proprio percorso culturale per coinvolgere grandi e piccini, un'occasione di condivisione culturale, ma soprattutto di recupero del senso di appartenenza, che si costruisce nel rispetto dei beni comuni della comunità.
Gli appuntamenti saranno introdotti e moderati da Davide Desiderio, esperto di comunicazione visiva e cinematografia, già direttore del festival del Documentario d’Abruzzo.
Primo appuntamento il 6 luglio con “I Mostri” di DINO RISI, film del 1963 un mosaico cinico e ironico dell'Italia che, alla metà degli anni sessanta esce dal miracolo economico e si trova ad affrontare l'industrializzazione e il cambiamento di valori di riferimento e codici di comportamento. I vizi e le contraddizioni di un Paese in via di veloce trasformazione sono svelati in vari contesti: dalla famiglia alla cultura, dalla giustizia all'educazione stradale, dallo sport alla sessualità alla religione e all'amicizia.
Gli incontri proseguono poi con il seguente calendario:
13 luglio “COLPO GROSSO” di Lewis Milestone
20 luglio “IL NIPOTE PICCHIATELLO” di Norman Taurog
3 agosto “SOUL KITCHEN” di Fatih Akin
10 agosto “ROMA CITTA’ APERTA” Di Roberto Rossellini

Dal 27 luglio inoltre ci sarà spazio per il cinema d’animazione, con 2 proiezioni in uno spazio apposito di Corso Strasburgo, allestito per i bambini : la prima con “RATATOUILLE” di Brad Bird, e la seconda il 17 agosto, con “INSIDE OUT” per la regia di Pete Docter.
Il cineforum si concluderà il 24 agosto con un omaggio a Massimo Troisi, con “Non ci resta che piangere”.