Una Scelta in Comune, attivo il servizio

carta donazione organi sindacoSono il sindaco Francesco Maragno e il presidente della Commissione Sanità, Lorenzo Silli, i primi cittadini montesilvanesi ad aver dichiarato, presso l’Ufficio Anagrafe, la volontà di donare gli organi. E’ ufficialmente divenuto attivo il servizio “Una scelta in Comune” che consente di comunicare di voler donare i propri organi al momento del rinnovo della carta di identità.


Il Comune è stato dotato di un sistema informatico che comunica i dati al Sit, il sistema informativo trapianti. I dipendenti dell’Ufficio Anagrafe hanno seguito un corso di formazione, tenuto dalla dottoressa Rosamaria Zocaro, coordinatore locale Centro Trapianti Ausl Pescara, per illustrare al meglio la possibilità e fornire indicazioni ed informazioni utili ai cittadini interessati.
In sostanza, a partire da martedì 14 giugno, i montesilvanesi maggiorenni che si recheranno presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Montesilvano, al momento del rinnovo o del rilascio della carta di identità, riceveranno un modulo, nel quale potranno dichiarare la propria volontà o il diniego sulla donazione degli organi. Il cittadino potrà poi decidere di far indicare o meno sul documento la scelta presa.
«Donare significa regalare senza ricompense – afferma il primo cittadino – qualcosa che ci appartiene. Donare gli organi è l’atto più nobile che una persona possa compiere. Sono fortemente convinto della importanza di questo gesto. Ecco perché ho voluto immediatamente dichiarare la mia volontà su questo argomento. Invito tutti i nostri concittadini a valutare questa possibilità ed esprimere la propria decisione». «Il trapianto di organi è in alcuni casi l’unico modo – spiega Silli – per salvare una vita. Donare gli organi è quindi un altissimo atto di solidarietà e altruismo. Abbiamo voluto che anche i montesilvanesi fossero messi in condizione di fare la propria scelta con consapevolezza. Sia essa positiva o negativa, è importante esprimere la propria posizione su una questione tanto delicata e da ora farlo è ancora più semplice. Speriamo che questa progetto possa stimolare tutti i montesilvanesi ad informarsi, parlarne in famiglia e con amici, per condividere e prendere la propria decisione con serenità e coscienza».